Centro Clinico La Quercia

Star bene con noi stessi: saper stare soli

“La capacità di essere solo, scrive D.Winnicott in un importante saggio del 1958, è un segno di maturità affettiva che si struttura gradualmente nell’adulto dall’esperienza infantile dello “stare solo in presenza della madre”, essendoci fra madre e figlio un legame affettivo sicuro”.

Il saper stare soli è quindi la manifestazione esteriore di una intima sicurezza che è venuta formandosi durante l’infanzia prima, la fanciullezza poi, e la capacità di tollerare la solitudine va dunque di pari passo con la capacità di ricordare l’oggetto amato, di sperare che torni, di provare ad accettare il dolore della sua assenza.  Ma questo avviene solo se si è strutturata una presenza interna positiva della madre, una fiducia nella sua accettazione, di cui ci si sia potuti nutrire da sempre.

È perciò che il saper stare da soli è stato assunto come uno dei due criteri di valutazione della maturità affettiva insieme a quello di saper instaurare legami profondi.

Quando questo non avviene o avviene in maniera parziale, ci possono essere momenti in cui le nostre forze si indeboliscono, e c’è il bisogno di trovare uno spazio in cui condividere il proprio dolore, ritrovando o ricostituendo grazie alla Psicoterapia delle basi solide dentro noi stessi che ci consentano di poter finalmente stare bene con noi stessi e con gli altri

Dott.ssa Alessia Leonardi