Centro Clinico La Quercia

20 Novembre: GIORNATA MONDIALE DEI DIRITTI DEL BAMBINO

12239903_851695111596505_914089148735692730_n

Oggi più che mai vogliamo ricordare questa giornata dedicata ai bambini… per i nostri figli, per i nostri amici, per i bambini che eravamo, per i bambini che nasceranno.
Proteggerli, amarli, difenderli, trattandoli con la massima cura al di là di tutto, un valore fondamentale che ogni giorno trasportiamo anche nel nostro lavoro, al di là degli aspetti economici e di ogni altra difficoltà. Perché il bambino e la sua famiglia sono al centro e sono il nucleo della società.
Il riferimento costante dell’UNICEF per orientare la propria azione è la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, redatta delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989.
Riportiamo i 4 principi fondamentali della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza:
1) Non discriminazione (art. 2): i diritti sanciti dalla Convenzione devono essere garantiti a tutti i minori, senza distinzione di razza, sesso, lingua, religione, opinione del bambino/adolescente o dei genitori.
2) Superiore interesse (art. 3): in ogni legge, provvedimento, iniziativa pubblica o privata e in ogni situazione problematica, l’interesse del bambino/adolescente deve avere la priorità.
3) Diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo del bambino (art. 6): gli Stati devono impegnare il massimo delle risorse disponibili per tutelare la vita e il sano sviluppo dei bambini, anche tramite la cooperazione tra Stati.
4) Ascolto delle opinioni del minore (art. 12): prevede il diritto dei bambini a essere ascoltati in tutti i processi decisionali che li riguardano, e il corrispondente dovere, per gli adulti, di tenerne in adeguata considerazione le opinioni.