Centro Clinico La Quercia

I miei bambini litigano: come mi comporto?

Bisogna premettere che l’idea del litigio è sempre stata considerata come negativa: litigare era sbagliato perché inteso come espressione di prepotenza, se non di violenza, il bambino bravo era quello che si controllava.

Litigare invece è un modo che bambino ha per esprimere quello che prova, che sente, l’importante è farlo in modo “costruttivo” ed in questo, molto possono fare genitori ed educatori. Come?

Per prima cosa, è importante superare un atteggiamento giudicante e la paura che il litigio possa degenerare, molte volte le cause sono banali; utile invece è favorire la versione reciproca del litigio rimanendo neutrali. Attraverso il parlato, si insegna ai bambini ad esprimere le emozioni e si favorisce sin da piccoli  un atteggiamento di ascolto, di ricerca di soluzioni. Favorendo questa autoregolazione, si noterà che i bambini impareranno a risolvere una buona parte dei problemi  da soli e a ricorrere all’adulto se non riescono.

child-987113_1280