Centro Clinico La Quercia

Alla scoperta dei “giochi di una volta”!

Una nuova collaborazione tra il Centro Clinico La Quercia e La Tana dei Tarli è stata inaugurata presso la nostra sede di Creazzo (VI). Il mezzo? Un gioco in legno, uno di quelli che definiremmo i “giochi una volta”.
I giochi tradizionali popolari si praticavano all’aria aperta, nelle piazze e nei cortili, erano semplici passatempi che richiedevano velocità, destrezza e sicuramente tanta fantasia. I giochi erano a costo zero e decisamente inclusivi, nessun bimbo veniva escluso. La maggioranza dei giochi tradizionali favorivano la socializzazione e lo stare insieme anche per fasce di età diverse. Gli adulti insegnavano le regole dei giochi e i bimbi le applicavano, imparando perfino a costruire giocattoli a partire da semplici materiali reperiti fra gli scarti di falegnameria, dalle zie sarte, in cucina o in cantina. Sughero, legno, stoffa, carta, cartone, tappi, bottoni, barattoli di latta assumevano sembianze di giocattoli con i quali ci si divertiva sia da soli sia in gruppo.
Noi vorremmo, attraverso questa collaborazione, di certo tener vivi nella memoria i giochi e giocattoli dimenticati, ma soprattutto favorire l’aspetto educativo, la buona manualità e la fantasia.
Il gioco di questo mese: i birilli – nella versione da tavolo
Il gioco dei birilli annovera numerose versioni, a seconda delle regioni assume caratteri specifici e regole peculiari, ciononostante la versione del gioco più conosciuta è quella del Bowling.
Scopo del gioco:
Far cadere il maggior numero possibile di birilli servendosi di una palla.
Regole del gioco:
I giocatori devono collocare i 10 birilli disponendoli in assetto triangolare (in corrispondenza delle sedi marcate sul fondo) e cercare di farne cadere il più possibile facendo rotolare la sfera in legno giù dalla rampa, dopo averla direzionata come meglio credono. Ogni giocatore dispone di due tiri ed ogni birillo caduto vale un punto, se si abbattono tutti i birilli con un solo colpo (strike) ci si aggiudicano undici punti. Il vincitore sarà colui che totalizza il maggior numero di punti. Può essere giocato a squadre o singolarmente.
Caratteristiche di costruzione:
Per la cornice del gioco abbiamo utilizzato assi di abete e per il fondo del multistrato leggero. La rampa è stata composta incollando scarti di listellare mentre abbiamo scelto del legno duro per costruire la sfera e i birilli in modo da poter resistere meglio ai colpi. Anche i birilli sono materiale di scarto, li abbiamo ricavati infatti tornendo le gambe di una vecchia sedia! Infine il tutto è stato trattato con olio di lino.
Spunti per l’autocostruzione del gioco:
Per realizzare il gioco a partire da materiali facilmente reperibili in casa potremmo servirci di bottiglie in plastica da mezzo litro come birilli (meglio se riempite per 1/3 d’acqua) e usare come palla una boccia da spiaggia, una palla di gomma o un grosso gomitolo di lana.